Associazione Industriali Sesta Provincia Pugliese ASSOINPRO
SOA Eurosoa
TÜV Thüringen Italia EN ISO 9001:2008

News in Edilizia

Ridurre al 4% la ritenuta acconto dalle banche.News Edilizia Normativa Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni.
Approvato Protocollo ITACA Nazionale 2011. News Edilizia Regolamenti Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni.
\"Permesso Di Costruire\". News Edilizia Regolamenti Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni.
Il piano casa approvato Consiglio Regione Puglia. News Edilizia Regolamenti Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni.
La Puglia Dl Sviluppo Recupero aree degradate. News Edilizia Regolamenti Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni
Questa di Barletta non è solo una strage, ma una vero e proprio monito ad operare con più serietà.
Lo Statuto delle Imprese. News Edilizia Regolamenti Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni.
Dal 29.03 al 31.03.2012 in Puglia l\'agenzia Klimahouse. News Edilizia Innovazione Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni
Prima edizione Klimahouse Puglia. News Edilizia Innovazione Ambiente Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni.
Terre da scavo. News Edilizia Normative Ambiente Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni.
CIPE 1,7 mld € al Mezzogiorno. News Edilizia Programmazione Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni.
Visitate la nostra pagina Facebook per tenervi aggiornati in campo edile e delle piattaforme aeree, cestelli, sollevatori tel
Seconda edizione Klimahouse Puglia. News Edilizia Innovazione Ambiente Impresa Edile Costruzioni Ristrutturazioni.

Translate it!

    Translate to:

Terre da scavo, via libera del CdS al decreto ministeriale.

Ministero delle Infrastrutture: considerare sottoprodotti i materiali estratti velocizza la realizzazione delle opere con scavi.

 

31 aprile 2012

Si approda allo svolgimento di nuove azioni per velocizzare la realizzazione delle infrastrutture.

Arriva il via libera del Consiglio di Stato al decreto che regolamenta l’utilizzo delle terre da scavo. Il decreto – che sarà firmato nei prossimi giorni dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e dal Ministro dell’Ambiente – consentirà una forte accelerazione nella realizzazione di importanti infrastrutture, in particolare dove siano presenti scavi in galleria. Infatti il materiale da scavo, qualora conforme alle prescrizioni previste nel Codice dell’ambiente, non verrà più considerato come rifiuto e potrà essere riutilizzato per la realizzazione di opere, quali i rilevati stradali.

Finora considerare il materiale di scavo automaticamente come rifiuto ha determinato forti rallentamenti nella esecuzione delle opere, in quanto doveva essere previsto già nella fase di scavo lo smaltimento in discarica del prodotto rimosso, con notevoli difficoltà nel reperimento di siti idonei.
La nuova normativa, che attua le recenti disposizioni introdotte dall’articolo 49 del decreto-legge n. 1/2012 “liberalizzazioni”, consentirà invece di ridurre i costi di questi materiali che essendo considerati come sottoprodotto potranno essere trasportati all’interno del cantiere e verso i siti di stoccaggio con costi meno onerosi.

“Siamo impegnati come governo – ha dichiarato il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Mario Ciaccia – a introdurre nuove normative tese ad accelerare la realizzazione di infrastrutture nel rispetto della tutela dell’ambiente. In questo modo favoriamo crescita sostenibile e facilitiamo il lavoro di tante imprese. Riformare la normativa sul fronte delle infrastrutture e sbloccare risorse per investimenti significa costruire sviluppo e crescita nel breve oltre che nel medio e lungo periodo e queste restano le nostre principali priorità”.

La materia doveva essere definita dalla Legge sulle liberalizzazioni, che ha invece rimandato ogni decisione a un decreto ministeriale successivo, da approvare entro il 25 maggio.